FAQ

Home / Pazienti / FAQ

Certamente. Nel caso optassi per questa soluzione ti invitiamo a chiedere consiglio al tuo Oculista.

Ti consigliamo di essere accompagnato da un parente o un amico.

Assolutamente no. cTen™, al contrario della LASIK, non richiede suzione o applanazione, pertanto non causa fastidio o dolore intra-operatorio.

Sebbene possibile, pensiamo sia più sicuro non guidare la tua macchina per almeno 72 ore dopo il trattamento.

Il tuo Oculista ti dará una ricetta con i farmaci da prendere nei giorni successive a cTEN™ assieme a tutte le istruzioni necessarie.

Il laser iRes™ e dotato di un sistema di eye-tracking di ultima generazione che segue i movimenti dell’occhio e rimodula la direzione del raggio laser con un tempo di risposta di pochi millisecondi. Se il movimento dell’occhio è particolarmente ampio, il laser si ferma.

Il processo di rigenerazione epiteliale può comportare fastidio per circa 48 ore dopo il trattamento cTen™. Comunque, all’evenienza, prendendo i farmaci prescritti dal tuo Oculista non dovresti sentire dolore.

Come tutte le tecniche di chirurgia refrattiva, è consigliabile evitare l’esposizione diretta ai raggi del sole per circa sei mesi dopo cTen™. Suggeriamo di indossare occhiali da sole con un filtro UV totale, quando esposti alla radiazione solare diretta.

La tua vista si stabilizzerà in circa 48 ore, sebbene raggiungerà il picco ottimale in circa 20 giorni.

Pazienti che hanno ottenuto risultati refrattivi non sodisfacenti possono, in genere, sottoporsi ad un nuovo intervento. Infatti, cTen™ è spesso usato per trattare pazienti con esiti indesiderati indotti da precedenti interventi di chirurgia corneale.

Il tuo Oculista ti suggerirà il numero di controlli ideali sulla base del tuo intervento cTen™.

Si, le apparecchiature usate per la chirurgia refrattiva hanno raggiunto un altissimo livello di sicurezza e affidabilità. Ad ogni modo, apparecchiature di produttori diversi differiscono nella loro abilità di porre rimedio agli errori visivi, in particolare quelli complessi.

Un peggioramento della la vista a causa di un intervento di chirurgia refrattiva è un evento estremamente improbabile. Tuttavia, apparecchiature diverse genereranno risultati visivi differenti, come pure l’invasivitá dell’intervento e possibile incidenza di complicanze varia in funzione della diversa tecnica chirurgica utilizzata.

Fare completamente a meno degli occhiali è possibile, sebbene i risultati possano variare molto in termini di acuità visiva, qualità visiva, invasività del trattamento e possibili complicanze, anche in base alla tecnica chirurgica ed alle apparecchiature utilizzate dal Chirurgo.

Pazienti che hanno ottenuto risultati refrattivi non sodisfacenti possono, in genere, sottoporsi ad un nuovo intervento. Infatti, cTEN™ è spesso usato per trattare pazienti con esiti indesiderati indotti da precedenti interventi di chirurgia corneale.